Hai un’azienda e vuoi rispettare la normativa della sicurezza sul lavoro? Chiamaci al numero verde 800146627 o compila il modulo a sinistra descrivendo brevemente la tua attività e ti diremo cosa è obbligatorio e non per le tue realtà aziendali.

Come abbiamo accennato, il D.Lgs. n. 81/2008 introduce alcuni nuovi obblighi, e definisce meglio altri che erano più o meno impliciti nelle leggi precedenti, prevedendo sanzioni pesanti che arrivano fino all’arresto. L’elenco che segue riassume gli obblighi aziendali in materia di sicurezza:

−       valutare, consultando il rappresentante per la sicurezza, i rischi esistenti in azienda el’efficacia delle misure e cautele adottate;

−       redigere, come esito della valutazione, un documento riepilogativo dei rischi riscontrati, delle misure adottate, di quelle programmate;

−       organizzare il Servizio di Prevenzione e Protezione, affidandone il coordinamento ad un Responsabile «in possesso di capacita ed attitudini adeguate»;

−       designare i lavoratori addetti, in caso di necessità, ad attuare le misure di lotta antincendi, di evacuazione e di primo soccorso, e formarli adeguatamente;

−       fornire ai lavoratori i DPI dispositivi di protezione individuale che sono apparsi necessari, ed esigerne l’uso;

−       richiedere ai lavoratori l’osservanza delle norme vigenti e delle disposizioni aziendali in materia di sicurezza;

−       adottare le misure necessarie al controllo della situazione in caso di emergenza, e dare istruzioni affinché , in caso di pericolo grave ed immediato, ogni lavoratore abbandoni la zona pericolosa;

−       adottare misure «adeguate alla natura dell’attività ed alle dimensioni dell’ azienda» ai fini della prevenzione incendi e dell’evacuazione dei lavoratori:

−       sottoporre a controlli medici, periodici o una-tantum, i lavoratori esposti a rischi residui da sostanze o da lavorazioni pericolose per la salute;

−       valutare, nella scelta delle attrezzature e delle sostanze impiegate, i rischi per la sicurezza e la salute connessi alloro uso;

−       in caso di affidamento di lavori in appalto all’interno dell’Azienda, informare l’ appaltatore dei rischi cui il suo personale può essere esposto, e coordinare le misure di prevenzione e protezione da prendere ( DUVRI , valutazione rischio interferenze );

−       indire, in occasione di variazioni significative delle condizioni di rischio, una riunione con la partecipazione del Rappresentante per la sicurezza, del Responsabile del Servizio di prevenzione, del Medico competente quando esiste, e se necessario revisionare il documento di valutazione; questa riunione si tiene almeno ogni anno nelle aziende con oltre 15 dipendenti;

−       informare e formare adeguatamente i dipendenti, in merito ai rischi cui sono esposti, ed alle misure e cautele adottate; formare il rappresentante per la sicurezza, e gli addetti alle misure di emergenza e primo soccorso.

Articolo scritto da:

Se ti è piaciuto l'articolo clicca sul + 1